Anticiclone Africano in ritirata ma la tregua non durerà molto…


temporali 25-26 Luglio 2015_

Dopo quasi un mese di afa e temperature bollenti la cupola anticiclonica di origine africana stà accusando  ora qualche segno di cedimento , soprattutto in quota, favorendo cosi’ deboli infiltrazioni fresche di matrice nord-occidentale. La saccatura di origine Nord-Atlantica, pur senza avere una penetrazione eccessiva nel mediterraneo, sarà comunque sufficiente ad apportare la tanto sospirata rinfrescata, in particolar modo tra oggi e i primi giorni della prossima settimana. La rinfrescata tuttavia non sarà indolore: il grande caldo accumulato nei bassi strati favorirà accesi contrasti termici con forti temporali di calore pronti a scatenarsi su  diverse aree interne  del nostro territorio. I temporali si faranno sentire in maniera piu’ incisiva tra oggi e domani. Aree maggiormente interessate: il nordest e la dorsale appenninica centro-meridionale. Sconfinamenti sulle coste del centro-sud non esclusi. Si tratterà per per lo piu’ di fenomeni di tipo termo-convettivo , si attiveranno nelle ore centrali e pomeridiane del giorno e saranno generati dal contrasto termico fra l’infiltrazione  di aria atlantica in arrivo e l’aria bollente presente nei bassi strati. Saranno cumulonembi isolati ma che potranno provocare – seppur in aree estremamente localizzate* – fenomeni di pioggia molto intensi accompagnati anche da grandine e forti raffiche di vento, alimentati dalle temperature tropicali dei nostri mari.

La boccata di aria fresca pero’ non durera’ molto: già da venerdì prossimo 31 luglio un’ennesima vampata africana è pronta a  colpire nuovamente l’Italia , questa volta saranno soprattutto le regioni meridionali e le isole a risentirne maggiormente degli effetti,  il Nord risulterebbe ai margini. Al Sud  il caldo potrebbe risultare molto intenso. Seguiranno aggiornamenti .gfs_nuova ondata africana

Leggi altri articoli: