Imminente tempesta artica : neve sin sul mare al centro-sud


neve gennaio 2016METEO INVERNALE, TUTTO IN UNA VOLTA – Siamo ormai nell’imminenza di un vero e proprio ribaltone dal punto di vista meteo-climatico. Dopo mesi di caldo anomalo fuori stagione , è in arrivo ora la prima vera tempesta artica della stagione invernale 2015/16La discesa di aria artica che si appresta a irrompere  nel bacino del Mediterraneo sarà davvero imponente. Una volta che l’irruzione sarà in atto, i contrasti con le calde acque mediterranee innescheranno diffusa attività convettiva, anche nelle regioni tirreniche ma, sostanzialmente, le fenomenologie più diffuse andranno a  confinarsi in Adriatico e al sud, secondo uno schema che vede la nascita di una intensa circolazione ciclonica a partire dal pomeriggio di oggi, nelle regioni sud-orientali della penisola. Il vero nocciolo gelido  inizierà a sopraggiungerà soprattutto dal tardo pomeriggio-sera. In questo frangente le nevicate andranno gradualmente a scendere di quota sino a raggiungere in nottatata la prossimità della costa del medio Adriatico, tra Marche, Abruzzo e Molise,  a  200 mt sulla Puglia Settentrionale ed Irpinia , a 400 mt sulla Basilicata e Calabria Settentrionale.

lam_Neve _ Gennaio 2016

Davvero interessanti poi le previsioni per la neve per le successive 48 h; da notare la neve abbondante sull’Abruzzo e sul  Molise, sulle zone montuose di Campania e Basilicata, della Calabria e della Sicilia. (Lam centro di calcolo statunitense GFS). Da notare poi le possibilità di nevicate nei pressi delle coste pugliesi dalla serata di Domenica, mentre forti nevicate interesseranno i versanti tirrenici dei rilievi siciliani e della Calabria meridionale fino a quote intorno 200-300 m, localmente più in basso, tra Domenica e Lunedì. L’acme dell’ondata di gelo e neve dovrebbe registrarsi tra  lunedì e martedi’, quando appunto la neve potrà fare la sua comparsa sin sulle spiagge di  Abruzzo , Molise, Puglia Settentrionale, e piu’ sporadicamente su Basilicata  e Calabria Settentrionale. I modelli ensamble non escludono poi  la possibilità che l’ondata di freddo possa reiterarsi anche nella seconda parte della prossima settimana . Non esclusa infatti l’ipotesi che le  masse d’aria fredda in arrivo sulla nostra Penisola penetrando dal Rodano,  poi sostando a lungo sull’Europa Orientale e sui Balcani, possano continuare ad affluire sull’ltalia con correnti nord orientali.

gfs ensamble

 

Leggi altri articoli: