Proiezioni Inverno 2013/2014


nooa Da piu’ di 20 giorni una tenace alta pressione stà tenendo sotto scacco l’Italia. Il Vortice Polare ha subito nelle ultime settimane una forte accelerata , violente tempeste continuano ad abbattersi sul Nord-Europa e sul comparto Nord-Atlantico, mentre sul Sud-Europa (in particolare il mediterraneo centrale) domina il bel tempo . Tale scenario meteo-barico è da attribuire all’impennata positiva che hanno subito gli indici meteo-climatici AO e NAO in particolare l’AO (AO+) appena dopo la forte ondata di maltempo che ha investito il centro-sud Italia alla fine di novembre 2013. Nel contempo si è rilevato anche  il superamento della soglia NAM (+2); …e tutto questo  non depone bene (..purtroppo) per un ritorno – almeno in tempi medio-brevi – dell’inverno in grande stile sia sulla Mittel Europa e sia sul Mediterraneo centrale . NB. Ricordiamo che con il superamento della soglia Nam (valore limite +1.5)  il quadro meteo-barico europeo rimane spesso pressochè immutato per almeno 50/60 gg dalla data in cui  tale  soglia viene oltrepassata. Volendo stilare ora un azzardata linea di tendenza potremmo dire che le proiezioni per l’inverno 2013/2014, almeno per tutti gli amanti di freddo e neve, non sono tanto rosee (NB.riferendoci sempre al medio-breve termine);   stando infatti a questi valori indice, ci sentiamo di dire che per  un possibile ritorno dell’inverno (…quello vero) bisognerà attendere  almeno il  20 gennaio 2014. Da quella data la situazione potrebbe poi mutare ,  un possibile reset barico potrebbe riportare l’inverno anche sull’Italia ( non esclusi potenti Warming già intravisti da alcune mappe stratosferiche) . Ci teniamo a precisare inoltre che statisticamente le piu’ forti ondate di freddo (specie al centro-sud) sono sempre arrivate tra la fine di gennaio e febbraio. Armiamoci quindi di tanta buona pazienza perchè i risultati sicuramente arriveranno…in fondo in fondo l’inverno astronomico è iniziato da appena 2 giorni.

Leggi altri articoli: